Archivio mensile:febbraio 2012

La pubblicità ha i secondi contati.

born_to_kill

Milioni di persone guardano video di chipmunks dallo sguardo inquietante e gatti che suonano il piano, le aziende usano il crowdsourcing  per portarsi a casa logo-stampa-radio-tv con 15 euro, i testimonial strapagati spadroneggiano sui brand, ragazzini brufolosi per il solo fatto di passare ore online si spacciano per Social Media Manager, i reparti comunicazione delle aziende credono che “fare un viral” significhi mettere lo spot tv in rete e potremmo continuare a lungo. Come reagiscono le agenzie di pubblicità? Ballando il Da-Da-Dumping e insegnando ai giovani la nobile arte di sopravvivere con un blocchetto di buoni pasto.

Annunci